Kato ZakrosL’ INEGUAGLIABILE BELLEZZA DEL SUDOVEST DI CRETA

Lontano dai centri turistici piu sviluppati di Creta, al suo estremo limite Orientale, Kato Zakros dispone, oltre alle rovine dell’importante palazzo Minoico, belle spiagge ed eccezionali sentieri da percorrere.

Zakros e il suo porticciolo, Kato Zakros, sono situate nella zona Sud-est di Creta e distano 3 ore circa con l’ auto da Iraklion e 40 minuti circa da Sitia. Grazie alla bellezza di queste due localita si presenta al viaggiatore l`occasione di constatare quanto grande e piena di risorse e Creta, se invece si desiderasse camminare si constatera con sorpresa che si e arrivati al punto dove termina il famoso sentiero Europeo E4, che parte dai Monti Pirenei, attravesando Francia, Svizzera, Austria, Germania, Ungheria e Bulgaria ed arrivando nella Grecia continentale fino al Peloponneso, per terminare a Creta e precisamente a Kato Zakros.

CONOSCERE IL PAESAGGIO

Zakros e Kato Zakros fanno parte del Commune di Itanos, uno dei piu orientali della regione di Lassithi. Quasi tutti si occupano di agricoltura e precisamente della produzione e negli ultimi anni dell’esportazione di olio di oliva. Kato ZakrosQui, in questo angolo isolato ma autosufficiente di Creta,  potrete conoscere persone che si occupano della coltivazione della terra e gusterete prodotti ortofrutticoli di eccezionale qualita, ma anche un’olio di oliva tra i piu rinomati di Creta. « Qualita questa che si deve sia alla morfologia del territorio che all’acqua con cui si annaffiano piu di 250.000 olivi, con un flusso naturale delle fonti in cima al paese ».

Luogo benedetto non solo non ha scacciato la propria gente, ma li ha mantenuti vicino a se incoraggiandoli ad occuparsi principalmente della propria terra. Questo avviene anche per un altro motivo che ha reso famosa Kato Zakros in tutto il mondo, senza tuttavia permettere all’industria turisica di realizzare il suo catastrofico passaggio nella zona e che e ovviamente il ritrovamento del Palazzo Minoico di Kato Zakros.

ESCURSIONI E ATTIVITA

Lasciando la pittoresca e verde (relativamente alla zona sudorientale di Creta) Zakros, costruita ad un altitudine di 160 m e continuando la strada per 7 km circa in direzione del mare, una grande curva lascia dietro di se i monti e abbraccia le acque azzure. Li da qualche parte l’est incontra il sud. E li inizia ad intravvedersi la pittoresca insenatura di Kato Zakros. Con una grande spiaggia di sassolini e di sabbia finissimia e due piu piccole anch’esse pulitissime, questo villaggio sembra trovarsi vicino al paradiso. Ma il paradiso di Kato Zakros e un po’ diverso da quello che si puo immaginare. Una bella spiaggia e un buon pasto lo si puo trovare facilmente in tutta Creta, senza percorrere tanti e tanti chilometri su strade periferiche della sua zona orientale. Kato Zakros non offre solamente questo.

IL PALAZZO MINOICO DI KATO ZAKROS

Kato ZakrosQui e’ stato rinvenuto il 4o palazzo minoico di Creta che e’ anche l’unico ad essere stato portato alla luce senza subire precedentemente saccheggi.

Fu edificato nel 1600 a.C. circa. Comprendeva 180 stanze e si estendeva per circa 8.000 m2 .

Gli scavi sul posto ha cominciato il sig. D. Hogarth ma il ruolo piu importante lo ha avuto il professore Platon. Il palazzo dell’antica Zakro e’ piu piccolo degli altri ma e’ simile a quelli di Cnosso e Festo.

Si sviluppa con ritmo labirintico attorno ad un cortile centrale lastricato ed ha tre entrate ad ovest ed una principale ad est dove e’ stato rinvenuto un altare. Nella parte occindentale del palazzo sono situate le stanze dei dignitari, mentre nella parte nord vi erano stanze per i simposi fornite di lucernari, sono state riinvenuti anche dei grandi bacili che avevano carattere adorativo. Gli appartamenti principali e i vari laboratori della parte est e sud. La locazione del palazzo era di grande importanza poiche’ permetteva scambi commerciali con l’Oriente ed anche con gli altri palazzi dell’isola. Sono stati ritrovati anche molti vasi nel tesoro del palazzo. Tra questi importanti ritrovamenti si distingono grandi spade con foglie d’oro, avorio, oggetti decorativi in rame provenienti da Cipro ed un’anfora raffigurante un tempio ed animali selvatici. Molti di questi ritrovamenti si conservano nel Museo Archeologico di Iraklio.

IL CANYON DEI MORTI

Kato ZakrosIl « canyon dei morti » e uno dei piu interessanti canyon di Creta. Si trova alla fine del sentiero europeo E4, inizia dal villagio Pano Zakros e termina sulla spiaggia di Kato Zakros. Il nome « Canyon dei Morti » e stato dato in ragione delle svariate tombe Minoiche ritrovate nelle grotte dei suoi precipizi e che sono visibili durante le escursioni, come anche le varie formazioni geologiche che, come delle opere d’ arte, creano uno scenario fantastico.Il canyon e pieno di vita e a causa della sua naturale bellezza i Minoici credevano che se ivi sepolti, avrebbero continuato la loro vita dopo la morte in questo stesso luogo.

Le escursioni sono possibili in estate come in inverno, alla fine del percoso, un po’ prima di arrivare nella piana di Kato Zakros, sono state allestite pareti di scalata per coloro che amano questo sport.

LA GROTTA «PELEKITA»

Kato ZakrosUna speciale menzione merita la grotta di « Pelekita », una delle piu grandi grotte di Creta. Si trova ad una distanza di 5 km da Kato Zakros ed e raggiungibile a piedi o con un’imbarcazione. Ha una lungezza di 310 m e termina in un piccolo lago con acqua dove scavi realizzati al suo interno hanno riportato alla luce sceletri umani ed anche tracce di presenza umana dall’epoca neolitica. Vicino alla grotta esiste un antica cava di pietra calcarea (pietra porosa e morbida) donde deriva la sua denominazione. I muri del cortile del palazzo Minoico sono costruiti con questo  stesso tipo pietra.

LA GROTTA «SPILIARA»

La « Spiliara » e un’ altra grotta del lato nord della piana di Kato Zakros, era la grotta sacra dei Minoici, da non perdere !

In macchina o a piedi, per i piu coraggiosi, potete salire a Zakros dalla vecchia strada che univa i due villagi prima del 1985, anno in cui e stata fatta la nuova. Si tratta di una strada sterrata in buone condizioni e che in alcuni punti si snoda ai margini del canyon, offrendo una magnifica vista. Continuando la vostra escursione, non mancate di visitare le fonti di Zakros, lasciando per un po’ la selvatica bellezza di Kato Zakros per prendere una boccata di freschezza tra i platani che ombreggiano le fonti.

DA NON PERDERE

Kato ZakrosAlla fine, oltre alla magia del posto, del mare e del sole, durante tutti i mesi dell’ anno, Kato Zakros vale i kilometri che percorerete, anche se semplicemente desiderate rilassarvi su di una bella spiaggia di Creta, con poca gente e soppratutto senza sentirvi un turista. D’ altra parte, se non subito, ben presto conoscerete la gente locale di cui entrerete a far parte. Il bagno nelle acque cristalline, la natura e l’antica civilta di Creta vi aspettano. Benvenuti !

NELLE VICINANZE

Circa 8 km a Sud c’e Xerokambos, una delle piu belle spiagge sabbiose, dove a Settembre fioriscono i bianchi gigli di mare, una rara specie di pianta. A Nord, a circa 40 min. di macchina, c’e la spiaggia di Vai, con il suggestivo ed unico bosco di palme. Non lontano potrete visitare il Monastero di Toplu (Panagia Akrotiriani), un monumento di importanza storica che ha avuto un ruolo decisivo all’ epoca della resistenza contro i Veneziani ed i Turchi. La piccola chiesa con antiche e di grande valore icone e una storica mostra valgono la pena di essere visitate. Se volete quindi conoscere la vera Grecia, venite a Kato Zakros. E il posto giusto.